Juve, ecco perché l’Inter è prima anche se a pari punti

Juve, ecco perché l'Inter è prima anche se a pari punti

La Juventus e l’Inter sono primi a pari punti, dopo il risultato del Derby di Milano di ieri sera e, ancor più, quello dei bianconeri a Verona sabato. Malgrado lo scontro diretto vinto dalla Juve, l’Inter è prima anche se a pari punti. Perché? 

Perché fino a quando non ci sarà il ritorno, il 1° marzo, la discriminante in caso di parità di punti è la differenza reti: al momento, la squadra di Conte ha sia un miglior attacco (48 contro 44) che una miglior difesa (20 a 23) della Juve.

Juve, le ultime sulle condizioni di Danilo

Juve, le ultime sulle condizioni di Danilo

Infermeria con le porte girevoli in casa Juventus. Il nuovo infortunato è Douglas Costa, che dovrà stare fermo ai box per 15-20 giorni per una lesione di basso grado al bicipite femorale della coscia sinistra.

Per un brasiliano che entra infermeria, ce n’è uno che esce. Nell’allenamento odierno, Danilo è rientrato parzialmente in gruppo. Il terzino destro ex Manchester City aveva riportato una lesione muscolare alla coscia destra in occasione della partita di Coppa Italia vinta dai bianconeri 3-1 contro la Roma. Oggi è tornato a lavorare con i suoi compagni: presto Sarri potrà di nuovo contare sul brasiliano.

Asse Juve-Psg, si lavora ancora per un giro di terzini

Asse Juve-Psg, si lavora ancora per un giro di terzini

Secondo quanto riportato dal Sun, la Juventus non molla ​Layvin Kurzawa. Il terzino sinistro, in scadenza a giugno e ad un passo dall’arrivo a Torino già a gennaio, piace ancora alla dirigenza bianconera.

Paratici potrebbe tentare la mossa in estate, così da garantire a costo zero un ricambio per Alex Sandro, in un giro di terzini che vedrebbe, invece, andare a Parigi Danny Rose – ormai ai margini al Tottenham e ora in prestito al Newcastle. La Juve non deve quindi temere sul fronte Psg, visto che potrà trattare direttamente con il giocatore, quanto piuttosto sulla concorrenza. Infatti, su Kurzawa c’è da registrare anche l’interessamento da parte dell’Arsenal.

Juve, UFFICIALE: altra tegola Douglas Costa, c’è lesione. Ecco quanto sta fuori

Juve, UFFICIALE: altra tegola Douglas Costa, c'è lesione. Ecco quanto sta fuori

Almeno due settimane di stop per l’esterno della Juventus Douglas Costa. il brasiliano si è sottoposto oggi agli esami, dopo che si era infortunato contro il Verona. Questo il comunicato della Juventus, che annuncia anche i tempi di recupero: “Gli accertamenti diagnostici a cui è stato sottoposto questa mattina hanno evidenziato una lesione di basso grado del bicipite femorale della coscia sinistra. I tempi per il suo completo recupero sono di circa 15 -20 giorni“.

I TEMPI DI RECUPERO – Douglas Costa salterà sicuramente Brescia e Spal in campionato, proverà a tornare per il Lione il 26 febbraio. Più probabile che possa rientrare in campo l’1 marzo contro l’Inter. Quarto infortunio alla coscia in tre anni bianconeri per il brasiliano.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia juventus 2020
personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Amrabat: ‘Vittoria meritata contro la Juve. Sul futuro alla Fiorentina…’

Amrabat: 'Vittoria meritata contro la Juve. Sul futuro alla Fiorentina...'

Intervenuto ai microfoni del portale Algemeen Dagblad, Sofyan Amrabat ha dichiarato: «Abbiamo fatto una grande partita contro la Juve, siamo felici. Ce lo meritavamo, il nostro sistema di gioco è complicato per i nostri avversari, Juric è un allenatore ecellente. Le tante richieste per me sono anche merito suo».

SULLA FIORENTINA – «I 20 milioni speso per me? Giudicate a lungo termine, ora devo giocare ancora mezza stagione con l’Hellas. La Fiorentina ha grandi progetti, vuole crescere molto. Ho firmato per cinque anni, ma ora come ora conta solo il Verona».

 

Juve, ora serpeggia la paura: tutti i dubbi su Sarri. E quella frecciata di Allegri…

Juve, ora serpeggia la paura: tutti i dubbi su Sarri. E quella frecciata di Allegri...

Era il 18 maggio dello scorso anno. Massimiliano Allegri salutò la Juve dopo cinque, con un messaggio: «Quelli che vincono sono più bravi degli altri. Ora vorrei fare un esempio ma se lo faccio viene giù tutto». Discorso chiaro e senza bisogno di particolari interpretazioni, filosofia perfettamente allineata a quello stile Juve che ha portato Max a vincere 5 scudetti consecutivi all’ombra della Mole. Nella frase d’addio, però, anche una velata frecciata – chissà – a quel Maurizio Sarri avversario fino all’anno prima e suo successore poi. Come riporta il Corriere dello Sport, Allegri probabilmente era a conoscenza delle scelte bianconere e della volontà di affidare all’ex Chelsea la panchina. Parole che, a nove mesi di distanza, risuonano ancora più forti.

TUTTI I DUBBI – Eh sì, perché a metà stagione la Juve di Sarri non convince ancora. Anzi. Sarri deve affrontare problemi a 360°: fu accolto con scetticismo già a giugno. Lui, con lo stile non da Juve ed ex antijuventino che si è sempre battuto contro le squadre ‘dalle strisce verticali’. E poi gli spinosi casi Mandzukic ed Emre Can, gestiti male a detta di molti, fino ad arrivare a risultati fin qui poco convincenti. Le tre sconfitte nelle ultime quattro trasferte sono un campanello d’allarme, così come la difesa che subisce troppi gol. La classifica è chiara: Inter a pari, Lazio che insegue in maniera decisa. Manca ancora un sistema di gioco definito e definitivo, e anche la gestione dei campioni convince poco: le lamentele dei big al momento della sostituzione stanno diventando un appuntamento fisso e poco piacevole. Serve correre ai ripari in fretta. Serve vincere. Considerando anche quella frecciata di Allegri…

Chirico: ‘Juve in crisi, perdere lo scudetto ora è realistico. Sarri in piena confusione: Agnelli richiami Allegri!’

Chirico: 'Juve in crisi, perdere lo scudetto ora è realistico. Sarri in piena confusione: Agnelli richiami Allegri!'

Da + 4, con  la possibilità di allungare a + 6, al ri-aggancio da parte dell’Inter, e con la Lazio ad un solo punto di distanza. Ricordate cosa disse Antonio Conte nella conferenza di  inizio stagione? “Partiamo sfavoriti, a meno che la Juventus non si incarti da sola”. La Juve si è incartata, e la possibilità che perda lo scudetto, dopo averne vinti 8 di fila, è quanto mai realistica. Il cammino è ancora lungo, e con 15 giornate da giocare e 45 punti a disposizione, tutto è possibile, però Inter e Lazio sono gasate, mentre la Juve è in crisi. Motivazionale e di gioco, totalmente inesistente. Non ammetterlo equivarrebbe ad essere ciechi, e il tifo esasperato e fine a se stesso spesso lo è.

La squadra bianconera è in una fase involutiva evidente: non solo non mostra miglioramenti progressivi sul piano del gioco, ma peggiora di partita in partita. Del tanto decantato sarrismo non c’è traccia, lo si è intravisto solo a sprazzi. Troppo poco. La Juventus attuale gioca peggio di quella di Allegri, o meglio, quella del Max non era esteticamente bella da vedere ma produceva risultati, questa del mago di Figline è brutta e perdente. 

È ancora in testa alla classifica del campionato, è in semifinale di Coppa Italia e agli ottavi di Champions League, ma ha perso – male –  già un trofeo (la Supercoppa) con una sua diretta rivale. Eppoi, i numeri – per chi vuole e sa leggerli – parlano chiaro:  continua ad incassare gol con una frequenza impressionante, ne segna pochi (il 3-0 con la Fiorentina è bugiardo) , viene sconfitta con molta più facilità di prima in trasferta, dove solo nelle ultime 5 ha incassato la bellezza di 9 reti. Sono dati preoccupanti.

SOS SARRI IN RITARDO, ORA SERVE UNA TASK FORCE!

SOS SARRI IN RITARDO, ORA SERVE UNA TASK FORCE!

Maurizio Sarri lancia un Sos, richiesta di aiuto. Lo chiede ai calciatori di maggior personalità e classe. Il mister bianconero ha detto chiaramente come la sua intenzione sia quella di dare maggior responsabilità e peso ai calciatori di maggior classe e personalità.

«Io spero che saranno importanti, è un qualcosa di cui stiamo discutendo da un po’ di tempo. Poi è un aspetto anche difficile da spiegare perchè questa è una squadra che si allena anche nella maniera giusta, però poi in partita non riesce a tirare fuori tutto il potenziale di punti che avrebbe per questi episodi. Speriamo che qualcuno mi aiuti perchè è un qualcosa che dobbiamo risolvere assolutamente».

Chiede aiuto, quindi, il mister della Juventus, anche se è strano leggere di un allenatore che chiede collaborazione, ma è così, ora bisognerà vedere la risposta del gruppo se ci sarà o meno collaborazione.

LA RISPOSTA DEI SENATORI – Si aspetta, quindi, la risposta dei senatori della Juventus, per capire se faranno un patto come successe in passato, qualche anno fa dopo Sassuolo ed iniziarono a giocare e vincere con uno spirito diverso, mettendo tutti qualcosa in più in campo.

Serve, quindi, un cambio di rotta e di mentalità, anche se è difficile chiederlo ad una squadra che è sempre prima in classifica, ma lo si deve chiedere se si vuole vincere ancora.

Infortunio Sene: l’attaccante della Juve Primavera salta il Napoli

sene-juve-primavera

Infortunio Sene: l’attaccante della Juve Primavera salta il Napoli. Assenza in casa bianconera in vista del match di domani

Niente Napoli-Juventus Primavera per Kaly Sene che non sarà a disposizione di Zauli per il match in programma domani alle 13. L’attaccante bianconero è costretto a saltare la sfida a causa di un lieve fastidio fisico ma sarà di nuovo a disposizione a partire da lunedì.

Non sarà della partita anche Nicolò Fagioli che sarà invece convocato da Fabio Pecchia in Under 23.

Vendita nuove maglie calcio poco prezzo e pantaloncini calcio,abbigliamento e calzettoni calcio per uomo e donne,bambino online,acquistare maglia juventus 2020 della calcio shop 2019 online.

Gol Mandzukic con l’Al Duhail: il croato esulta così dopo la prima rete qatariota – FOTO

mandzukic

Gol Mandzukic con l’Al Duhail: il croato esulta così dopo la prima rete qatariota messa a segno contro l’Al Sailiya

Mario Mandzukic ha segnato il primo gol con l’Al Duhail questo pomeriggio, risultando decisivo nel 2-0 contro l’Al Sailiya.

L’ex attaccante della Juve ha esultato così sul suo profilo Instagram, scrivendo un messaggio dopo la prima rete con il club qatariota.