Sconcerti a CM: ‘Juve, i giocatori rifiutano Sarri. Conte? Lamentele insopportabili. Scudetto? Oggi la Lazio…’

Sconcerti a CM: 'Juve, i giocatori rifiutano Sarri. Conte? Lamentele insopportabili. Scudetto? Oggi la Lazio...'

Mai la lotta per lo scudetto – in questi ultimi anni – è stata così avvincente. Le dinamiche fragili che regolano il rapporto tra  Sarri e il gruppo storico della Juventus, la Lazio che tra le tre è la più compiuta, l’equivoco Eriksen per Conte, che continua a lamentarsi. E poi il nuovo Milan di Pioli, l’Atalanta da Champions e la scelta di Guardiola. Di questo e di molto altro – stimolati dalle domande dei lettori di 100° Minuto – abbiamo parlato con Mario Sconcerti.

Sconcerti, quanto sono cambiate le gerarchie scudetto?
«C’è una situazione che è cambiata profondamente. Nel momento in cui la Lazio ha trovato continuità di gioco e risultati, Juve e Inter hanno rallentato: oggi la Lazio ha una formazione più precisa, è la squadra più compiuta che c’è».

In testa c’è sempre la Juventus.
«Ma nella Juve vedo un non adattamento dei giocatori, una specie di piccolo rifiuto da parte dei giocatori nei confronti delle idee di Sarri. E’ una Juve troppo svogliata per essere vera. Non credo che ci sia grande feeling tra il complesso della squadra e l’allenatore».

Un cappuccino con Sconcerti: noia di vincere e paura di perdere, c’è freddo attorno alla Juve

Un cappuccino con Sconcerti: noia di vincere e paura di perdere, c'è freddo attorno alla Juve

Torna l’appuntamento quotidiano di Calciomercato.comun cappuccino con Mario Sconcerti.

I temi dell’attualità calcistica approfonditi da uno dei punti di riferimento del giornalismo italiano e presenza fissa sulle pagine del nostro sito. Il focus odierno è sulla Juve, attorno a cui sembra esserci un clima freddo. ​