L’undici Juve contro il Milan in Coppa Italia

Dimenticare Verona e protendersi verso la prestigiosa sfida di Coppa Italia contro un’altra squadra arrabbiata ed in cerca di rivincite: il Milan.
Comunque le polemiche dopo la sconfitta contro gli scaligeri non si placano tra i tifosi bianconeri.

Qua e là leggo consigli per la difesa a 3, ritorno al 3-5-2, il 442 ecc. Un conto è sostenerlo dopo la sconfitta sull’onda della rabbia, un conto due o tre giorni dopo. Sarri da che allena, fa due moduli, il 4-3-3 o il 4-3-1-2.  Punto. Si narra che un 15 anni fa fece un anno usando il 4-2-3-1, ma non è dato sapere se sia leggenda o verità.

Sarri deve fare il Sarri, ma deve farlo bene.

Leggo che il problema è la difesa alta. A me non sembra proprio. Anzi più sta alta, più la squadra è corta. Con elementi veloci quali Cuadrado De Ligt ed Alex Sandro se qualcuno fugge lo riprendono. E’ dentro l’area dove fanno errori individuali e di marcatura.

La Juve prende gol in contropiede, non perché la difesa sia alta ma perché in troppi vanno in attacco, perché quest’anno la Juve fa più fatica a creare occasioni da gol e porta più uomini in attacco che non sempre riescono a rientrare.

Tolti Dybala e Ronaldo la Juve in attacco ha problemi di infortuni , scarsa forma e anche mancanza di alternative.

Altro problema è la condizione fisica, se il Liverpool per 90 minuti tiene ritmi alti in Premier la Juve in serie A al massimo arriva all’ ora con quei ritmi.